Questo sito utilizza i cookie. Se si continua la navigazione, si considera che accetti il suo utilizzo. Avere maggiori informazioni.

Cantieri Navali Reali e Museo Marittimo di Barcellona

Ubicato lungo le pendici di Montjuïc, vicino al Mar Mediterraneo e di fronte al Monumento a Cristoforo Colombo, lo storico edificio dei Drassanes Reials (Cantieri Navali Reali) ospita oggi il Museo Marittimo di Barcellona. Questo edificio è oggi una delle rare testimonianze architettoniche medievali di questo tipo conservate in tutto il mondo. Di grande bellezza e spettacolarità, le loro origini risalgono ai secoli XIII e XIV, quando la Corona di Aragona intraprese la sua avventura Mediterranea verso le Isole Baleari, la Corsica, la Sardegna e la Sicilia.

L’edificio, una vera e propria cattedrale marittima, occupa una superficie complessiva di 18.000m² in una successione di navate gotiche su pilastri, nelle quali un tempo lavoravano i maestri carpentieri, i velai e i calafati per dare vita alle flotte di galere che da Barcellona navigarono in tutto il Mar Mediterraneo.

Il pezzo più ammirato e di maggior valore del Museo marittimo è la riproduzione in dimensioni reali della Galea Reale di Giovanni d’Austria, costruita a Barcellona, e che guidò nel 1571 la squadra della Santa Liga contro l’Impero Ottomano nella celebre battaglia di Lepanto. Con i suoi 60 metri di lunghezza dello scafo e i 6,2 metri di larghezza, occupa l’intera navata centrale dei cantieri navali. In battaglia vantava un equipaggio di 400 uomini, 236 dei quali erano rematori. Nettuno che cavalca un delfino adorna la polena, mentre un triplo lanternone che simbolizza la Fede, la Speranza e la Carità sovrasta la poppa.

Il Museo Marittimo riflette fedelmente la grande avventura dell’uomo in mare, grazie alla sua collezione di oltre 6.600 pezzi, la più importante dell’Europa del sud. Barcellona è cresciuta nel corso dei secoli di fronte al Mediterraneo e il Museo Marittimo rappresenta il punto di partenza di una traversata ricca di sorprese, per conoscere da vicino piccole storie di marinai, pescatori, pirati e commercianti che nel complesso ci permettono di comprendere meglio questo stretto rapporto tra l’uomo e il mare.

L’arrivo degli europei in America e rapporti che si instaurarono tra i due continenti meritano una particolare attenzione nel museo. Alcuni modelli in scala delle tre caravelle del primo viaggio di Cristoforo Colombo ci introducono in uno spazio pensato per collocarci su uno dei velieri che hanno viaggiato verso le Americhe.

Lo spazio dedicato al primo giro del mondo di Fernando Magellano e Juan Sebastián Elcano mostra un modellino della Victoria, l’unica nave che concluse l’epopea. Grazie alle mappe, agli strumenti e alle carte, possiamo prendere parte allo straordinario processo che si concluse completamente nel XIX secolo e che ci offrì l’immagine del mondo che ancora oggi conosciamo.

Il museo mostra anche una vasta collezione di modellini di ogni tipo di imbarcazione: galeoni, fregate, corvette, brigantini, polacche o golette, senza dimenticare i grandi transatlantici a vapore o i pescherecci.

  • Cantieri Navali Reali e Museo Marittimo di Barcellona
    Av. Drassanes s/n
  • STAMPA STAMPA
Loading More Content
No More Content